Roberto Scubla

New banner 3 Image Banner 728 x 90

E’ passato ormai un quarto di secolo da quando Roberto Scubla decise di abbandonare un lavoro “sicuro” in banca, per dedicarsi totalmente alla passione che aveva dentro: produrre vino, un sogno che aveva fin da bambino, da quando aveva iniziato a frequentare le vigne di proprietà di uno zio. Correva l’anno 1991 e da allora la sua azienda, posta nella piccola località di Ipllis di Premariacco, in provincia di Udine, ha sempre conservato un’identità estremamente intima e personale, con soli 12 ettari vitati curati con grande amore. aziendaNonostante le piccole dimensioni l’eco dei vini di Roberto è arrivato molto lontano, contribuendo a far identificare questo spicchio del nostro Paese come luogo di grandi vini, soprattutto bianchi.  La tenuta è posta in cima ad una collina e tutt’intorno i vigneti e il bosco di roveri, con quest’ultimo secolare albero che è stato scelto come logo aziendale. I vigneti affondano le radici nel tipico terreno della zona dei Colli Orientali denominato Ponca, una formazione marnoso/arenacea che per effetto del dilavamento delle acque si sgretola, arricchendo di minerali il suolo e di conseguenza le uve che da esso traggono nutrimento. Questo elemento sommato a cure maniacali e ad un microclima estremamente favorevole, permette di portare in cantina grappoli di elevatissima qualità, che rendono più facile il lavoro di chi dovrà trasformarli in vino nel caso di specie l’enologo Gianni Menotti, da anni amico di Roberto. azienda_q
La cantina completamente interrata e con una temperatura naturale ideale, è il risultato della fusione di tecniche tradizionali unite a quelle più avanzate, luogo in cui maturano i vini di tutte le tipologie: la gamma dei prodotti si fonda su dodici etichette con cinque bianchi, cinque rossi e due dolci, principalmente monovarietali che vedono protagonisti i vitigni tipici dell’area come Pinot Bianco, Friulano, Sauvignon Blanc, poi Cabernet Sauvignon e Franc, Merlot e Refosco, ma non mancano gli assemblaggi come nel caso del bianco Pomedes e del Rosso Scuro. La piccola produzione di circa 60.000 bottiglie consente di non forzare i tempi della natura e quindi di curare ogni dettaglio, partendo dalla vigna fino ad arrivare al prodotto finito. Tutto il lavoro si è tradotto in una serie di importanti riconoscimenti e premi attribuiti dalle più importanti guide del settore. Dal 2006 l’Azienda è entrata a far parte del più esclusivo club vitivinicolo denominato “I Gran Cru d’Italia”, una selezione ristrettissima di grandi e piccole aziende ma con caratteristiche di vera eccellenza.

 

COF Pinot Bianco 2015

100% Pinot Bianco

Pinot biancoPaglierino compatto e luminoso, evidenzia giovinezza. Al naso l’approccio è delicato e dolce nei toni di miele di acacia, pera Williams, gelsomino e bergamotto. In bocca entra calorico, poi esplode la vena minerale che rimane fino in fondo assieme alle tonalità mielose già percepite in olfazione. Vino di corpo, che ha slancio fornito dal bel carattere agrumato unito a note mentolate.3 tappi

 

 

COF Friulano 2015

100% Friulano

FriulanoGiallo verdolino di media massa colorante che in fase di analisi olfattiva mi parla di freschezza giovanile con ricordi di pesca, tè verde, biancospino, ginestra, fieno e note minerali. Al sorso mostra “grassezza” ed una certa rotondità che si farà con il tempo: oggi protagonista è la freschezza, oltre ad una grande sapidità croccante. Buona persistenza con ritorni di frutti bianchi e note floreali decise.3 tappi

 

 

COF Sauvignon 2015

100% Sauvignon

SauvignonDi veste paglierino brillante, luminoso. Tipico e varietale al primo impatto con il bicchiere ricordando di sambuco e pesca in prima battuta, poi salvia, melissa e sottofondo di prato bagnato. Ingresso gustativo prima ricco, poi fresco, con tonalità aromatiche più agrumate rispetto alle impressioni nasali, ed una lunghezza importante che si manifesta donando senso di espansione.3 tappi

 

 

COF POMEDES 2014

65% Pinot Bianco, 25% Friulano, 10% Riesling Renano

PomedesPaglierino carico con riflessi dorati. Arriva dritto al centro con profumi netti, diretti: cedro candito, pesca, ginestra, ananas, rosa gialla e litchi, infine una leggera impressione di curry e cannella. In assaggio evidenzia da subito un gran bel corpo poi, dopo il calore iniziale, esce un’acidità imponente, la consueta sensazione minerale, su di un fondo dolce ed il sipario si chiude speziato.3 tappi

 

 

COF ROSSO SCURO 2012

80% Merlot, 20% Refosco dal peduncolo rosso

Rosso ScuroRosso rubino carico come l’inchiostro, che ne anticipa la ricchezza. Trovo la prima conferma di questo al naso dove spinge frutti e fiori, con marasche sotto spirito, prugne, tabacco dolce, viole macerate, lavanda e note balsamiche, poi pietra bagnata. Mi viene quasi da masticarlo per afferrare meglio le sensazioni offerte e risulta ancora scontroso, con toni scuri, quasi di rabarbaro e liquirizia.3 tappi

 

 

COF Verduzzo Friulano CRATIS 2012

Verduzzo Friulano 100%

CratisAmbrato, con una buona spinta aromatica che ricorda di miele, albicocche secche, zafferano, ortiche, camomilla, zagara, poi note laccate e una leggera nota di pietra pomice. In bocca è divertente il contrasto tra il dolce e il salato conferito dalla notevole dotazione minerale, mentre racconta di agrumi canditi, spezie, frutta secca, risultando lungo e lasciando una bocca estremamente pulita e appagata.4 tappi

 

 

 

 

Scubla

 

Puoi acquistare i vini di Roberto Scubla nell’enoteca online Uvaggio – www.uvaggio.it

 

Alla prossima!!!

 

Share

Lascia un commento