Tenuta La Viola

New banner 3 Image Banner 728 x 90

Il paese medievale di Bertinoro, dall’alto della collina su cui sorge – non a caso chiamato “il balcone della Romagna” – che permette di lanciare lo sguardo al vicino mare Adriatico e verso altri luoghi, ha acquisito notevole importanza nel panorama enologico grazie ad importanti interpretazioni del Sangiovese. Tenuta La Viola è una piccola azienda vitivinicola posta in questa posizione ideale, che beneficia di terre generose e dell’azione sempre benevola dei venti provenienti dal vicino mare. VIGNA 1Ho avuto modo di scoprire questa realtà nel corso di una recente degustazione e sono rimasto piacevolmente colpito dall’identità dei vini, degnamente rappresentati in quell’occasione dal loro “papà”, Stefano Gabellini. La storia di quest’ azienda è piuttosto recente e riporta al 1998 quando Stefano, che di lavoro svolge la professione di ingegnere per un’importante azienda della zona, decide di dare sfogo alla sua passione per il vino sfruttando i vigneti ereditati dal nonno, avviando la produzione vinicola con il supporto prezioso della titolare, sua madre Lidia. La famiglia è sempre stata legata al mondo del vino fin dal passato, ma come tante altre attraverso il conferimento delle uve, con una piccola produzione riservata al consumo interno. La prima mossa è stata la conversione al biologico, vista come passo fondamentale da compiere, il resto lo fa la da sempre la natura con terreni argillosi ricchi in calcare, sabbie e lo “Spungone”, una tipica formazione arenaceo/calcarea condita di fossili marini che attraversa la zona, tutti elementi che uniti al microclima donano alle uve potenza, poi eleganza, infine grande mineralità, PANORAMAun mix che rende i vini di Bertinoro riconoscibili e dotati di una forte caratterizzazione territoriale. Negli 11 ettari vitati troviamo due vitigni classici nell’area ovvero il Sangiovese e l’Albana: dal primo nascono cinque etichette, quattro delle quali in purezza e una, il Vigna 25, in assemblaggio con altre varietà internazionali, mentre l’Albana è utilizzata per due bianchi secchi, il Frangipane e l’Interra con quest’ultimo, come richiama il nome, vinificato in anfore di terracotta. La produzione complessiva si attesta intorno alle 48.000 bottiglie.

 

Romagna Sangiovese Superiore IL COLOMBARONE 2013

100% Sangiovese

ColombaronePresenta una veste rosso porpora di buona intensità colorante, che esprime gioventù e rivela al naso sentori di marasca, ribes, lavanda, iris, geranio, cannella e grafite. All’assaggio mostra un’apprezzabile bilanciamento iniziale tra alcolicità e freschezza, poi esce un tannino di buona forza che si manifesta con effetto asciugante. Violette, rabarbaro, melograno compongono la scia retronasale che ci abbandona dopo alcuni secondi.2 tappi

 

 

 

25 2012

Cabernet Sauvignon 45%, Merlot 45% e Sangiovese 10%

25Rubino compatto, di grande estrazione colorante. Notevole spinta olfattiva che evidenzia muscolo già dalle note di frutti maturi e in confettura: marasche, mirtilli, more in gelatina, poi violette e spezie dolci. In bocca si conferma carnoso, con durezze sugli scudi grazie a trama tannica e buona freschezza, con sapidità importante e l’alcol che funge come sempre da contraltare. Ritorni aromatici di frutti rossi, con cenni balsamici e speziati, e finale di bocca che lascia ricordi scuri, tostati.2 tappi

 

 

 

 

Romagna Sangiovese P. HONORII Riserva 2012

100% Sangiovese

P. HonoriiPetra Honorii è l’antico nome di Bertinoro. Rubino a tinta unita, compatto, che lascia vedere un’ultimo raggio porpora. E’ intenso in olfazione nella quale si scoprono note di tabacco, pepe, mentuccia, ematite, sottobosco, visciola sotto spirito, prugna e violette, poi rose. Al sorso evidenzia, stoffa, corpo, vigore, ma anche una giusta acidità che lo rende godibile e slanciato. Ingresso caldo, poi subito tannico e minerale, con la freschezza che lo “scioglie”, mentre ripropone sentori  già percepiti al naso.3 tappi

 

 

 

Tenuta La Viola

 

Alla prossima!!!

 

 

Share

Lascia un commento